SEI IN > VIVERE BOLZANO > CRONACA
articolo

Controlli anti droga delle Fiamme Gialle: sequestrati cocaina e metadone, due persone denunciate

2' di lettura
24

Proseguono i controlli dei finanzieri del Comando Provinciale di Bolzano a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio provinciale.

Dopo l’operazione condotta nel fine settimana, che ha portato all’arresto di un cittadino tunisino che trasportava oltre 4 chili di droga, tra hashish e cocaina, nella giornata di martedì le Fiamme Gialle della Compagnia di Merano hanno denunciato un italiano trovato in possesso di oltre 50 dosi di cocaina. L’uomo, un incensurato del posto, sottoposto a controllo in pieno centro cittadino, vistosi alle strette, ha spontaneamente consegnato ai militari lo stupefacente che in quel momento aveva con sé. La successiva perquisizione ha rivelato il possesso di un bilancino di precisione e di una consistente somma di denaro, oltre duemila euro, che è stata sequestrata, poiché ritenuta provento dell’attività di spaccio. Nei suoi confronti l’Autorità Giudiziaria ha disposto la detenzione domiciliare, in attesa della convalida dell’arresto.

Nella stessa giornata, le unità cinofile del Gruppo della Guardia di Finanza di Bolzano, in collaborazione con gli agenti della Polizia Ferroviaria del capoluogo, hanno battuto la zona della stazione, per individuare e controllare eventuali “pendolari” dello spaccio, che dai comuni vicini raggiungono quotidianamente la città, nella speranza di intercettare un più elevato numero di potenziali “clienti” ed incrementare, così, i loro affari.

In tale contesto, è stato sottoposto a controllo e poi denunciato un italiano, trovato in possesso di 10 flaconi di metadone, un oppioide sintetico ormai da tempo utilizzato per il trattamento delle forme di dipendenza dall’eroina che tuttavia, sempre più spesso, è reperibile anche sul “mercato nero” e viene consumato mediante iniezione in vena o mediante inalazione, provocando effetti molto simili a quelli dell’eroina stessa e causando, allo stesso tempo, gravi forme di dipendenza e, dunque, violente crisi di astinenza ed altrettanto importanti effetti collaterali.



Questo è un articolo pubblicato il 27-09-2023 alle 17:30 sul giornale del 28 settembre 2023 - 24 letture






qrcode