Oltre 6.300 tirocini estivi: numeri vicini all'anno record 2019

3' di lettura 17/09/2021 - Nel 2021 oltre 6.300 giovani hanno svolto un tirocinio estivo in 3.850 imprese. Numeri che fanno avvicinare al record del 2019. Il 42% dei giovani hanno dunque svolto una qualche forma di esperienza lavorativa e anche questo valore si avvicina a quello record del 2019.

Questi valori sono stati resi noti dall’Osservatorio Mercato del Lavoro della Ripartizione Lavoro della Provincia e sono analizzati nell’edizione di settembre della pubblicazione Mercato del Lavoro News.

Successo tangibile

La parte del leone dei tirocinanti ha svolto un’esperienza di lavoro nel settore alberghiero e della ristorazione: oltre 2.350 giovani (addirittura leggermente più che nel 2019). Segue il settore del commercio con oltre 1.450 giovani impiegati. Lo stesso numero di tirocinanti del 2019 è state invece impiegato nel settore del commercio: oltre 950. Gli altri settori hanno invece registrato cali numerici rispetto all’anno record 2019. Questo si riflette anche nelle occupazioni concrete: di conseguenza, l’attività più frequentemente approvata come forma di tirocinio è quella di cameriere (1.400 stagisti). Rispetto al 2019, sono aumentate anche altre occupazioni legate al turismo, come i segretari d'albergo.

Achammer: "Sempre più tirocini anche nelle città"

L'assessore provinciale Philipp Achammer si è detto soddisfatto sugli sviluppi del settore tirocini: "Grazie all'impegno di tutti i soggetti coinvolti e in particolare delle imprese molti giovani nel 2021 hanno potuto affiancare al proprio percorso scolastico un'esperienza lavorativa in forma di tirocinio". L'integrazione fra teoria e pratica è fondamentale nel mondo del lavoro, e per un giovane costituisce un'opportunità di prepararsi al mondo del lavoro, ha rimarcato l'assessore provinciale Achammer. "L'obiettivo per i prossimi anni è coinvolgere nei tirocini un maggior numero di imprese e da più settori economici, specialmente nelle città e nei centri urbani: in questo modo possiamo usare i tirocini come prezioso strumento delle politiche del lavoro" ha detto Achammer.

Luther: "Tirocini più numerosi nei settori lavorativi con maggiore richiesta"

Il direttore della Ripartizione provinciale Lavoro Stefan Luther ha sottolineato come i settori d’attività scelti per i tirocini siano anche quelli che presentano la maggiore richiesta da parte delle attività che segnalano la maggiore necessità di personale sul mercato del lavoro altoatesino: “Tirocini per professioni tecniche come il falegname o l’elettricista sono pure aumentati leggermente rispetto al 2019. Ma sono richieste anche professionalità come quella del magazziniere. In questo modo si vede con chiarezza quali professionalità siano richieste da parte delle imprese dell’Alto Adige”. Specialmente gli studenti e le studentesse delle scuole superiori svolgono tirocini: tre su quattro dei tirocinanti frequentano un istituto superiore (4.500). Il numero e la fetta degli studenti universitari è invece in calo. Inoltre si vede come ad accedere maggiormente ai tirocini sia la popolazione della parte orientale della provincia.

Mappatura delle esperienze lavorative

Complessivamente nell’estate 2021 il 42% di tutti i giovani altoatesini ha svolto un’esperienza lavorativa. Alcuni Comuni o centri urbani presentano tuttavia numeri leggermente inferiori alla media. Invece nelle valli e nelle zone rurali sembra più facile per i ragazzi accedere a un’esperienza lavorativa. Lo sviluppo positivo di questa dinamica nelle zone rurali deve essere allargato, ha rimarcato Stefan Luther. Nei settori in cui i tirocini vengono utilizzati più spesso occorre prestare attenzione all’esperienza raccolta dai ragazzi. A questo scopo è in corso un sondaggio promosso dall’Ufficio Osservazione Mercato del Lavoro cui sono invitati a rispondere tutti i tirocinanti. I risultati serviranno al miglioramento dell’esperienza di tirocinio in generale, ha concluso Luther. Ulteriori informazioni dettagliate si trovano nel rapporto Mercato del lavoro-news 09/2021. I dati sul monitoraggio giornaliero aggiornato degli effetti di COVID-19 sul mercato del lavoro altoatesino e del divieto parziali di licenziamenti sono consultabili alla corrispondente pagina web della Provincia, così come sul sito ufficiale del Mercato del lavoro provinciale alla sezione -> Mercato del lavoro online -> Covid-19 Monitoring.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2021 alle 17:41 sul giornale del 18 settembre 2021 - 111 letture

In questo articolo si parla di lavoro, bolzano, provincia autonoma di Bolzano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjPU





logoEV