Il ministro Speranza e il Cts bloccano lo sci amatoriale fino al 5 marzo

1' di lettura 15/02/2021 - Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un provvedimento che proibisce lo svolgimento delle attività sciistiche di tipo amatoriale fino al 5 marzo 2021, data in cui scadrà il Dpcm del 14 gennaio scorso.

Il provvedimento, come spiegato in una nota, "tiene conto dei più recenti dati epidemiologici comunicati venerdì 12 febbraio dall’Istituto Superiore di Sanità attestanti che la variante VOC B.1.1.7, detta variante UK e caratterizzata da maggiore trasmissibilità, rappresenta una percentuale media del 17,8% sul numero totale dei contagi. La preoccupazione per la diffusione di questa e e di altre varianti del virus SARS-CoV-2 ha portato all’adozione di misure analoghe in Francia e in Germania. Il Governo si impegna a compensare al più presto gli operatori del settore con adeguati ristori".
Il divieto del ministro arriva dopo il documento del Comitato Tecnico Scientifico in cui dava già il suo parere negativo: "alla luce delle mutate condizioni epidemiologiche dovute alla diffusa circolazione delle varianti virali del virus SARS-CoV-2, non ci sono le condizioni per ulteriori rilasci delle misure contenitive attuali, incluse quelle previste per il settore sciistico amatoriale".

La decisione ha bloccato tutta la macchina organizzativa degli operatori del settore che si era messa in moto negli ultimi giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2021 alle 08:59 sul giornale del 16 febbraio 2021 - 120 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, redazione, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bN4H